Perfino i luoghi più remoti sono sede di feroci conflitti di carattere etnico. Nelle ISOLE SALOMONE, situate a nord-est dell’Australia, vicino all’equatore, abita un numero imprecisato di gruppi etnici e i conflitti tribali per il controllo del territorio sono stati una costante della storia del Paese.
Il conflitto etnico più devastante ha avuto l’obiettivo di espellere gli abitanti dell’isola Malaita, povera di risorse, detti “intrusi”, dall’isola di Guadalcanal. Dal 1998, gli attivisti di quest’ultima provincia hanno condotto una campagna per cacciare gli immigrati di Malaita presenti a Guadalcanal dai confini della capitale Honiara.

NAURU è una minuscola isola-Stato di 21 km quadrati, che arriva a malapena a 10 mila abitanti.
In cambio di parecchi milioni di dollari, ospita da diversi anni rifugiati, e richiedenti asilo inviati dall’Australia, cosa che ha sovvertito completamente gli equilibri della piccola comunità del luogo. Ciò è dovuto al rapporto difficile tra locali e immigrati (che non vedono l’ora di abbandonare quell’isola), e anche alla difficile convivenza tra etnie differenti al loro interno, tipica di raggruppamenti eterogenei di profughi.
Questi ultimi fanno manifestazioni quotidiane nella speranza di essere inviati in Australia, ma invano, visto che la domanda di asilo viene valutata a prescindere da manifestazioni e senza che il loro iter riceva priorità a discapito di altri.
Hanno fatto trovare (con la pratica del “letter dropping”) minacce anonime scritte su fogli, a gente del posto, spaventata ed arrabbiata allo stesso tempo. Si sono quindi venute a creare tensioni, per le quali, pur essendo gli stranieri liberi di girare dove vogliono, di notte rientrano al campo per paura di essere bersagliati da qualcuno del posto.

Penso che sia una conseguenza estendibile a qualsiasi popolo: se una comunità non è libera di scegliersi chi includere (e in quale numero), inevitabilmente si creano dapprima tensioni e poi veri e propri scontri…. che se lasciati irrisolti alla lunga si trasformano in vere e proprie guerriglie civili.

NAU2607500-3x2-340x227.jpg

Annunci