Dal blog di Agnese D.:
<< Erano anni che non mi capitava piu’di visitarlo. E lo shock e’stato forte, tanto forte da scatenarmi la reazione di mettermi a urlare in mezzo a un sacco di gente. Parlo della camminata che ho fatto nelle vie circostanti la celeberrima PIAZZA della Fontana di Trevi, a Roma. Proprio quelle de ‘La Dolce Vita’di Fellini, che tutto il mondo conosce. Dove Marcello si perde in vicoli deserti e silenziosi. Ecco. L’ultima volta che li ho visti, quei vicoli, e parlo di 15 anni fa, a parte qualche negozio (italiano) di souvenirs, c’erano botteghe di artigiani. Bar’normali’. Qualche trattoria e ristorante tradizionali. C’era si’qualche abusivo senegalese, ma niente che somigliasse a cio’che videro i miei occhi poche sere fa. Non UNO, dico UNO SOLO, rimasto, di negozi, botteghe artigiane, ristoranti romani. Una successione di locali al neon di kebab, paccottiglie cinesi, finte bigiotterie indiane, arabe, pakistane, parrucchieri cinesi..bancarelle da sukh con paccottiglie ornate da luminarie da festa paesana..ristoranti trasformati in paninerie, hamburgherie, patatinerie olandesi, tutti con personale asiatico (i piu’), o magrebino, e NEMMENO UN ITALIANO/A al lavoro! In una ‘trattoria’del tipo che trovate ad Amsterdam a Rio o a Singapore ( trappole con menu fisso e cibo-spazzatura) che aveva cameriere di aspetto italico..ho sorriso per un momento..il tempo di sentirne due parlare fra di loro..in romeno! A parte il Kitsch, la bruttezza, il pugno nell’occhio con i meravigliosi palazzi, fontana, capolavori artistici e meraviglie architettoniche..ma i lavoratori ROMANI, dov’erano? Uno dei luoghi piu’celebri del mondo, a Roma, in Italia..completamente REQUISITO da non-italiani! Chiaro che il menu a 12€ in un posto dove paghi 20.000€ al mese l’affitto..lo puoi fare solo se 1) paghi i lavoratori poco piu’di quanto prenderebbero al loro paese 2) Evadi le tasse 3) Corrompi chi dovrebbe multarti o chiuderti il locale. Oppure..nel caso di negozi di paccottiglie varie dove non entra quasi nessuno..che sia una copertura di qualche traffico illegale..tipo quello di umani, ad esempio. O simili. La mia cafonissima reazione e’stata di urlare a squarciagola, imprecando contro i padroni che non assumono italiani, e le giunte di quella diagraziata citta’, che hanno permesso questo scempio disgustoso per chissa’quali misteriose ragioni..Mi avranno presa tutti per pazza. Sono stata affrontata a brutto muso da qualche esotico cameriere, ovviamente poco felice di sentirmi urlare ‘lavoro agli italianiiiii, padroni sfruttatoriiii! La totale assenza in zona di vigili, o poliziotti, nonostante il luogo si trovi a 2 passi da Quirinale, Montecitorio, ambasciate, mi ha pure resa molto perplessa. Comunque, invito chi un giorno dovesse venire a Roma, oltre ai romani stessi, a voler fare un giro turistico da quelle parti. E manifestare la stessa rumorosa reazione che ho avuto io. Basta tacere. Bisogna URLARE, e far paura>>.

mattinacorri10622729_940714182607890_4440376799041804107_n.jpg

taxi11951214_1143562632338202_113373210265829665_n

Annunci