contucci19805_1018708191492297_486710.jpg“Nel 2014 sono sbarcate 170 mila persone e 100 mila sono sparite nel nulla. L’80% circa di queste persone non è nemmeno stato fotosegnalato. Non sappiamo chi sono e quali sono le loro intenzioni. Esiste un serio pericolo terrorismo, anche dalla Francia hanno lanciato l’allarme. Il problema è con quei numeri di arrivi è impossibile fotosegnalare tutti. Ora il trattato di Dublino imporrà la fotosegnalazione obbligatoria, con conseguenze incredibili dal punto di vista dei tempi e dei costi, che rischiano di espandersi a dismisura.”
(Daniele Contucci, assistente capo della Polizia di Stato in forza presso la Direzione centrale immigrazione e Polizia delle Frontiere, ora dirigente sindacale Consap).

FRONTEX ha dichiarato (5 aprile 2016) che potenziali terroristi stanno sfruttando gli scarsi controlli frontalieri della Unione Europea.
Ha inoltre dichiarato che un elevatissimo numero di stranieri entrano in Grecia e in Italia con falsi passaporti , senza venire sottoposti a controlli o multe.
Va ricordato che alcuni kamikaze del massacro di Parigi del novembre scorso si erano imbucati in Europa entrando dalla Grecia con documenti falsi, a dimostrazione che i canali irre
golari di immigrazione vengono sfruttati dai terroristi islamici per infiltrare cellule.
Pericolosi_i_nostri_n.jpg

James Clapper, il capo dell’intelligence americana ha a sua volta dichiarato che: “l’Isis ha cellule dormienti che preparano attacchi terroristici anche in Italia, Germania e Inghilterra”.
Forse i doni, prossimamente ci faranno qualche regalino ? Aggiunge: ” l’Isis sta sfruttando per i suoi scopi la crisi dei migranti in Europa”.
Ma allora il tanto decantato: non muri ma ponti ? Clapper parla di enorme sfida per l’Europa in quanto c’è “un conflitto di fondo” tra le politiche Ue di apertura e libera circolazione delle persone e dei beni e la privacy “che in una certa misura si scontra contro le responsabilità che ogni Paese ha, in quanto Stato-nazione, di proteggere le frontiere e la sicurezza del suo popolo”.
Volere innanzi tutto la tutela del proprio popolo si può ? In Italia prima gli Italiani va bene ? Vogliamo iniziare ad applicarlo ?
icebergislam12359894_511318129050212_3138123381519452170_n.jpgIndipendentemente dall’andamento del conflitto in medio oriente contro l’Isis, la “Guerra Santa” in occidente può colpire ovunque e in qualunque momento.
Certi attentati, non sono costosi da finanziare: il costo di materiali per creare esplosivi negli attentati di Bruxelles ad esempio si aggira intorno ai 10mila e i 15mila dollari.
Schanzer (analista di terrorismo), afferma: “Potete sconfiggere l‘ISIS nei territori che controlla ma non potrete sconfiggere l’ISIS in sè e per sè: l’ideologia del jihadismo continua ad evolversi e continua ad esistere”.
 Anche l’uccisione di estremisti di alto rango, non ha lo stesso effetto dell’uccidere capi di altre organizzazioni, in quanto, in un contesto simile, il rimpiazzo di elementi chiave è piuttosto rapido.Risulta anche essere uno dei gruppi militanti più ricchi di tutti i tempi, e questo può preoccupare soprattutto per gli armamenti che possono procurarsi sul mercato nero.
Su Repubblica si legge che “Il controllo dei mezzi di informazione che nelle aree di conflitto è diventato un vero e proprio strumento di guerra: in particolare lo Stato islamico sta usando i media come uno strumento di propaganda e di reclutamento. L’Isis controlla 5 stazioni televisive a Mosul in Iraq e 2 nella provincia siriana di Raqqa.”

Ma per certe cose, il denaro è veramente la meno: una cosa che mi ha inquietato parecchio è che a quanto pare in un aeroporto in Senegal, basterebbe l’equivalente di 8 euro per far “dribblare” al proprio bagaglio i controlli su nastro….

Dobbiamo aspettarci altre brutte sorprese ?

Annunci