“Per portare soccorso a 10 profughi reali, ma mischiati a centinaia di fuggitivi, finiamo con l’accogliere una massa di clandestini ai quali forniamo vitto e alloggio (sottraendo risorse e assistenza per gli italiani bisognosi) e, in assenza di una seria politica delle espulsioni, gettiamo le basi di un insediamento permanente e prolifico che, successivamente e subdolamente, mediante l’adozione dello Jus Soli, trasformerà quei clandestini in cittadini. Gli opportunisti di oggi, che già reclamano agi, telefonini, wi.fi., vitto selezionato e confort, saranno trasformati nei padroni delle nostre città, negli sfruttatori di un Paese al quale sono estranei e per il quale non hanno dato nulla.

Con l’inganno dell’emergenza umanitaria, con la retorica dell’accoglienza, con il crimine dello Jus Soli e poi col grimaldello dalla cittadinanza concessa ad africani e asiatici partoriti sulle nostre coste, si vuole scalzare la stirpe italiana, la nostra razza, per sostituirla con un meticciato anodino (privo di un carattere definito) e sempre più manipolabile. ”

(Enrico Marino, Stampalibera)

minoranza.jpg

 

Annunci