C’è un perverso assunto per cui in molti tendono a pensare che siccome siamo tutti uguali allora anche i risultati che otteniamo devono necessariamente essere tutti uguali.

Se un gruppo è più virtuoso e performa meglio, mentre un altro è meno capace o meno produttivo, si pensa che i primi abbiano ottenuto di più perchè “hanno rubato” e gli altri abbiano di meno perchè “qualcun’altro li ha oppressi”.
La scuse di razzismo, colonialismo, ecc ,ne sono espressione, ma non contano nulla in quanto sin da millenni prima civiltà diverse (senza aver mai interagito fra loro) erano già a livelli tecnologici diversi.
Se certe tribù poi non seppero difendersi dall’invasione, è perchè precedentemente non erano riusciti a svilupparsi abbastanza da potersi difendere.

NON siamo tutti uguali (e non c’è niente di male in questo). E’ impossibile che si ottengano risultati tutti uguali, e non sarebbe nemmeno giusto che ciò avvenisse.
Meritocrazia.

svej.jpg

 

Annunci